Personale docente

Caterina Suitner

Ricercatore universitario confermato

M-PSI/05

Indirizzo: VIA VENEZIA, 8 - PADOVA . . .

Telefono: 0498276362

Fax: 0498276547

E-mail: caterina.suitner@unipd.it

  • Il Lunedi' dalle 8:30 alle 10:30
    presso via Venezia 12_ secondo piano studio 21

1. Embodiment and its boundary conditions

According to the embodied cognition approach, the body, its perceptions and motoric experiences are critical for both concomitant (online) and postponed (offline) higher cognitive processes (Barsalou, 1993, 2008;Wilson, 2002). This research line aims to individuate the boundary conditions of grounded cognition, investigating moderators such as construal level (Liberman, Trope, 1998; GLOMO SYSTEM, Forster, 2012), mortality salience (Terror Management Theory, Solomon, Greenberg e Pyszczynski, 1991), and mindfulness (Bishop e colleghi, 2009).

Barsalou, L. W. (1999). Perceptual symbol systems. Behavioral and Brain Sciences, 22, 577–660.
Wilson, M. (2002). Six views of embodied cognition. Psychonomic bulletin & review, 9(4), 625-636.
Förster, J. (2012). GLOMOsys The How and Why of Global and Local Processing. Current Directions in Psychological Science, 21(1), 15-19.¬¬
Greenberg, J., Solomon, S., & Pyszczynski, T. (1997). Terror management theory of self-esteem and cultural worldviews: Empirical assessments and conceptual refinements. Advances in experimental social psychology, 29, 61-139.
Bishop, S.R., Lau, M., Shapiro, S., Carlson, L., et al. (2004). "Mindfulness: A Proposed Operational Definition", Clin Psychol Sci Prac 11:230–241.

2. Language and cognition: politically correct

This research line aims to investigate the role articles, metaphors, connectors and abstraction level in the field of social cognition.

Chiu, C. Y., Leung, A. K., & Kwan, L. (2007). Language, cognition, and culture: Beyond the Whorfian hypothesis.
Lakoff, G. (1993). The contemporary theory of metaphor. Metaphor and thought, 2, 202-251.

3. Objectification: which object for which person?

This research line aims to investigate the content of objectification (Frederickson & Roberts, 1997) of men and women, according to sexual orientation. The difference between aesthetic and instrumental objectifications is specifically investigated (Bartky, 1990,Fitzsimons e Shah, 2009).

Fredrickson, B. L., & Roberts, T. A. (1997). Objectification theory. Psychology of Women quarterly, 21(2), 173-206.
Bartky, S. L. (1990). Femininity and domination: Studies in the phenomenology of oppression. Psychology Press.
Fitzsimons, G. M., & Shah, J. Y. (2009). Confusing one instrumental other for another: Goal effects on social categorization. Psychological Science, 20(12), 1468-1472.

1. LE SCELTE SALUTARI E LE NORME DI GENERE

La vita di tutti i giorni è costellata di scelte quotidiane che ci portano a compiere atti più o meno rischiosi per la nostra salute: fumare, bere alcol, mangiare molta carne, utilizzare la crema solare. In questi scenari le norme di genere che regolano il comportamento di maschi e femmine possono portare a risultati molto diversi. Per esempio, le norme di mascolinità richiedono agli uomini di essere forti e pertanto a cimentarsi in azioni più rischiose.
Questo progetto mira a capire quali sono le influenze psicosociali che inducono gli uomini a mettere in atto comportamenti nocivi per la loro salute o, al contrario, quali possono essere gli elementi protettivi, che inducono gli uomini mettere in atto comportamenti che tutelino la loro salute.


2. Linguaggio e cognizione: politicamente corretto
Vi sono molti studi che mostrano il legame tra lo stile linguistico e la cognizione (Chiu, Leung e Knwan, 2007). Questa linea di ricerca ha come obiettivo primario lo studio del linguaggio in ambito sociale individuando nuovi potenziali bias e quindi nuove potenziali linee guida per evitare discriminazioni sociali nel linguaggio. La letteratura ha già mostrato il ruolo di varie categorie linguistiche nella cognizione sociale, confrontando l’uso di nomi e aggettivi (Carnaghi, Maass, Gresta, Bianchi, Cadinu, Arcuri, 2008), o aggettivi e verbi (LCM, Semin e Fiedler, 1988). Il presente progetto ha come obiettivo l’indagine del ruolo degli articoli (determinativi vs. indeterminativi) nella cognizione sociale, ipotizzando che gli articoli indeterminativi (e.g., Un immigrato è stato arrestato in stazione a Padova) concorrano alla trasmissione e mantenimento degli stereotipi più di quelli determinativi (L’immigrato è stato arrestato in stazione a Padova). Visti gli importanti risvolti sociali della ricerca, si avrà cura di massimizzare la validità ecologica degli studi combinando ricerche d’archivio sul linguaggio usato nei mass media con ricerche sperimentali.
Un secondo ambito di indagine che ha a che fare con il legame tra cognizione e linguaggio è lo studio delle metafore e dei connettori linguistici.

3. Mindfullness embodiment e psoriasi

Questo lavoro implica tesi magistrale + tirocinio presso l'unità operativa di dermatologia di Venezia in collabrazone con la dott.ssa Antonella Demma. Il progetto ha come obiettivo verificare se una malattia come la psoriasi che si sviluppa primariamenete sulla superficie corporea possa avere delle relazioni con un fenomeno noto come embodiment, in cui le informazioni percettivo-corporee irrompono nei processi cognitivi di più alto livello. Verra inoltre testato anche il ruolo del livello di mindfulness come possibile moderatore.

4. Ansia: misure esplicite vs. implicite

L'obiettivo di questo progetto condotto in collabrazione con la prof.ssa Di Riso è comparare una misura classica dell'ansia attraverso un diffuso questionario (STAI) con una misurazione implicta (IAT).

Sono in missione all'estero fino a fine febbraio.

Il ricevimento studenti è quindi sospeso e ricomincerà a marzo.



Research lines, with some of the specific issues proposed for PhD students:
- Language and Social Cognition
- Persusasive vs. informative communication
- Spatial Cognition: spatial bias and their relation to social cognition
- Perception and Social Cognition, which relation, which moderators




********************

Nota per chi deve sostenere l'esame di Comunicazione e persuasione (L3).
I testi sono:

Rumiati, R. & Lotto, L. (2007). Introduzione alla psicologia della comunicazione. Bologna: il Mulino.

Cavazza, N. (2009) Comunicazione e persuasione. Bologna: il Mulino.

Arcuri, L. (2008) Crescere con la TV e Internet. Il Mulino, Bologna.

********************